Apicoltori del Lazio: i “custodi” dell’Apis Mellifera Ligustica

DiLaura Andrenacci

Apicoltori del Lazio: i “custodi” dell’Apis Mellifera Ligustica

Ecco una novità interessante per gli apicoltori del Lazio: un progetto – cui partecipare su base volontaria – per la tutela e la salvaguardia del patrimonio genetico dell’Apis Mellifera Ligustica.

Vediamo subito le caratteristiche del progetto e prendiamo nota degli incontri nel mese di febbraio per conoscere tutti i dettagli e partecipare.

Progetto di tutela e salvaguardia dell’Apis Mellifera Ligustica

Il progetto“Caratterizzazione genetica e morfologica dell’Apis mellifera ligustica del Lazio” porta la firma dell’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio) e dell’IZSLT (Istituto Zooprofillatico Sperimentale del Lazio e della Toscana) M. Aleandri.

Un programma che prende l’avvio dalla Legge 15/2000, per la tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e che prevede di realizzare una rete di conservazione e sicurezza dell’Apis mellifera ligustica (Spinola, 1806).

Gli obiettivi attesi sono:

  • il miglioramento delle produzioni,
  • l’organizzazione di corsi di aggiornamento,
  • la creazione di una rete di “apicoltori custodi”.

Tre le fasi di sviluppo:

  • indagine scientifica,
  • censimento della stato del Lazio,
  • successiva diffusione sul territorio della risorsa genetica.

Gli apiari di tutela

È intenzione dei ricercatori creare almeno tre APIARI DI TUTELA del patrimonio genetico dell’Apis mellifera ligustica, per fasce fitoclimatiche (Blasi, 1994).

I servizi riservati agli apicoltori

Il progetto, come detto, è su base volontaria e in cambio gli apicoltori avranno:

  • servizio di analisi sullo stato di salute delle famiglie coinvolte (almeno due per apiario),
  • servizio di formazione,
  • coordinamento per i protocolli di selezione,
  • materiale genetico selezionato e migliorato (regine selezionate).

Potranno partecipare gli apicoltori all’interno di Aree Natura 2000 o luoghi isolati (isole o montagna).

Incontri in programma per il mese di febbraio

Tutti gli apicoltori e le associazioni di apicoltori interessati, sono invitati a partecipare agli incontri che si terranno presso la sede di ARSIAL, in via Rodolfo Lanciani n. 38 – Roma, per la presentazione del progetto “Caratterizzazione genetica e morfologica dell’Apis mellifera ligustica del Lazio”.

Gli incontri saranno suddivisi per area di appartenenza, secondo il seguente calendario:

  • lunedì 17 febbraio 2020, ore 14.30: incontro riservato agli apicoltori e alle Associazioni del Lazio meridionale (provincie di Frosinone e Latina);
  • martedì 18 febbraio 2020 ore 14.30: incontro riservato agli apicoltori e alle Associazioni del Lazio centrale (provincia di Roma);
  • mercoledì 19 febbraio 2020 ore 14.30: incontro riservato agli apicoltori e alle Associazioni del Lazio settentrionale (provincie di Viterbo e Rieti).

Saranno presenti:

per l’ARSIAL il dott. Claudio Di Giovannantonio, la dott.ssa Mariateresa Costanza, la dott.ssa Miria Catta, il Dott. Luigi Tacchi;

per l’IZSLT il dott. Giovanni Formato, il dott. Marco Pietropaoli e il dott. Leonardo Bianco.

Scarica la locandina

Info sull'autore

Laura Andrenacci administrator

X